Pro Loco Val d'Asta

1° Trofeo della Val d’Asta

L’obiettivo principale del partecipante è quello di scovare, in un tempo prestabilito e in un’area boschiva delimitata da fettuccia bianca e rossa nei pressi della sede della Pro Loco della Val d’Asta, un porcino artificiale di color Oro, un porcino artificiale di color Argento, un porcino artificiale di color Bronzo, di seguito nominati “porcino d’oro”, “porcino d’argento” e “porcino di bronzo” , precedentemente piantati in luoghi ben nascosti.

Bibliografia

Lotus. Le anime di Aoroa

Sbarrò gli occhi e si ritrovò in una stanza dorata, decorata
d’avorio, “crisoelefantina” l’avrebbe definita la sua professoressa di
storia dell’arte.

Liliana Merciadri, Sentieri

Case Avogni

Il complesso architettonico di Case Avogni, apparteneva alla famiglia Secchi, la quale visse in questa “corte” dal XV secolo fino ai primi anni del ‘900

Val d'Asta, Appennino Reggiano